30 marzo 2016

REVIEW || āēr Cosmetics: trattamenti viso eudermico e anti-age, trattamento corpo rigenerante

Dall'ambiente Alpino, i migliori prodotti BIO per viso e corpo

Quando ho letto per la prima volta la storia e la filosofia del marchio āēr Cosmetics sono rimasta profondamente colpita da come siano nati i prodotti di questa linea. Il fondatore di āēr Cosmetics, Nicolò Cilento, ha conosciuto le piante officinali nel 2012 in un momento di pausa dal suo lavoro, praticamente per hobby, ed è rimasto affascinato da quelle fra loro che crescono nell'ambiente alpino dunque in condizioni durissime e avverse che le portano a sviluppare difese forti per sopravvivere. Quelle difese, così fondamentali per le piante alpine, sono i "principi attivi": un patrimonio sconfinato di ingredienti preziosi ed efficaci, praticamente sconosciuto e inutilizzato. Da qui l'idea di utilizzare questi antichi rimedi in maniera sinergica, creando una nuova visione di cosmetico biologico con una minima componente sintetica che esalti al massimo l'efficacia dei i principi attivi vegetali.

āēr Cosmetics: le regole del marchio
Proprio perché lo spirito che sta alla base di questi prodotti è profondamente legato alla montagna alpina e alla sua purezza, tutti i prodotti āēr Cosmetics rispondono a regole precise che ne garantiscono l'altissima qualità. I prodotti āēr Cosmetics hanno tutti certificazione BIO così come gli stessi principi attivi usati al loro interno. La componente non vegetale all'interno dei prodotti è minima e serve esclusivamente ad amplificare l'efficacia dei principi attivi. Tutti i prodotti vengono testati dermatologicamente attraverso patch test su un campione di volontari: nessun prodotto āēr Cosmetics è testato sugli animali e ogni lotto è sottoposto al Nichel Test in modo che non contenga più di  1 mg per ogni kg (1ppm è la soglia "sicura" di Nichel). E anche il packaging segue una filosofia ben precisa.

āēr Cosmetics: il packaging
Quando ho ricevuto i prodotti āēr Cosmetics per testarli, la prima cosa che ho notato - essendo la prima che si vede - è l'eccezionale attenzione riposta nella scelta del packaging. La scatolina di ogni prodotto è interamente realizzata in cartone proveniente da fonti responsabili, è infatti certificato FSC e si inserisce perfettamente nella visione rispettosa dell'ambiente su cui si basa la creazione dei prodotti stessi. Il font utilizzato, la scelta grafica e il colore di queste confezioni già da sola mi ha trasmesso tranquillità, senso di pace, naturalezza, purezza: trovo che questi dettagli siano fondamentali quando la filosofia del prodotto è così forte e predominante... non si può lasciare niente al caso. Le confezioni vere e proprie dei prodotti sono, poi, estremamente essenziali: sono contenitori di vetro che ricordano i prodotti farmaceutici e sono color ambra in modo da schermare il prodotto da fonti di luce e calore e preservarne freschezza, purezza e qualità ed evitare contaminazioni esterne.

āēr Cosmetics: Trattamento viso anti-age
Il primo dei 3 prodotti della linea āēr Cosmetics che ho testato è il Trattamento viso anti-age. Nonostante io sia ancora giovane, sono ormai anni che ho iniziato ad usare prodotti anti-age per viso e contorno occhi. Questo perché l'efficacia di tale tipologia di prodotti è di natura preventiva: non esistono prodotti che ci mandano indietro nel tempo, bensì esistono alcune creme che riescono a migliorare la tonicità della pelle e prolungarne dunque la salute. Il trattamento viso anti-age di āēr Cosmetics è uno di questi. E' una crema morbida e corposa: contiene il 99,12% di ingredienti naturali e di origine naturale fra cui i principi attivi alpini dell'acqua di lampone, dell'estratto di malva selvatica, della menta piperita e della stella alpina. Questi ultimi garantiscono che la crema abbia una forte azione antiossidante e di radical scavanger, e unito a burro di Karitè, olio di Jojoba, Mandorla e Olive, garantisce anche il ripristino del film idrolipidico della pelle. La sua funzione principale è quella di essere rigenerante e al tempo stesso protettiva. Ho notato con piacere che la pelle ne risulta rimpolpata e luminosissima grazie al complesso formato dagli estratti di Malva Selvatica, Menta Piperita Primula Odorosa, Alchemilla Vulgaris, Veronica e Melissa Officinali, Achillea Millefoglie; questo composto ha infatti proprietà schiarenti comprovate da test in vitro che ne hanno evidenziato la capacità di intervenire sul processo di formazione della melanina e quindi delle macchie cutanee. uniti a burro di Karitè, olio di Jojoba, Mandorla e Olive, anche il ripristino del film idrolipidico della pelle. La sua funzione principale è quella di essere rigenerante e al tempo stesso protettiva e ho notato con piacere che la pelle ne risulta rimpolpata e luminosissima: il modo migliore per stendere questa crema è infatti massaggiandola nel profondo fino a completo assorbimento. E' un crema corposa e la sua consistenza porta spontaneamente a fare con le mani dei movimenti circolari che la facciano penetrare a fondo. Io la applico sia la mattina che la sera, dopo aver deterso la pelle con il trattamento eudermico (di cui vi parlo qui sotto) e soprattutto prima di dormire - quando ho un po' più tempo da dedicare alla cura del viso - mi piace massaggiarla lentamente e fare dei lunghi respiri in modo da sentire bene anche il profumo totalmente naturale e rilassante di questo prodotto.
Contenuto: 55 ml
Scadenza: 9 mesi dall'apertura
Prezzo: €59,00 (in fondo a questo post un codice sconto per voi!)

āēr Cosmetics: Trattamento viso eudermico
Il secondo prodotto che ho provato è quello che, più di tutti, ha rubato il mio cuore. Si tratta del trattamento viso eudermico: un detergente cremoso diverso da tutti quelli provati finora, un prodotto completamente nuovo, con più funzioni che si è inserito in maniera naturale nel mio ciclo quotidiano di benessere. Questa emulsione fluida, infatti, non solo rimuove trucco ed impurità rispettando la pelle anche più delicata ma la normalizza, riduce la produzione di sebo nelle zone grasse e lenisce quelle secche. E' il prodotto perfetto per chi come me ha la pelle mista: è composto al 99,12% da ingredienti naturali e di origine naturale e contiene, fra gli altri, estratti di Lino Alpino, di Marrubio e soprattutto di Epilobio di Fleischer, rara pianta alpina che ha dimostrato da una parte la capacità di diminuire l’iperproduzione di sebo e dall’altra di svolgere un visibile effetto seboregolatore. Anche questo prodotto, come la crema anti-age, lo uso sia la mattina che la sera e devo dire che usandoli entrambi gli effetti dei principi attivi migliorano esponenzialmente. In un primo momento del mio test, infatti, ho usato il trattamento anti-age da solo mentre successivamente ho inserito nel mio ciclo quotidiano anche il trattamento eudermico prima di quello anti-age: la pelle è praticamente rinata. Il modo in cui utilizzo questo trattamento eudermico, inoltre, è diverso a seconda del momento della giornata nonostante la gestualità sia la solita. Al mattino infatti, dopo aver deterso il viso e lavato i denti, prendo un dischetto di cotone e erogo circa 4 volte il prodotto: con questa quantità passo il dischetto sul viso soprattutto sulla zona T (quella che ho bisogno di normalizzare) e sulle gote (la zona che mi si arrossa di più!), dopodiché massaggio una piccola dose di crema anti-age e sono pronta per il mio make up quotidiano. La sera, invece, strucco il viso e lo detergo a fondo poi, sempre con un dischetto di cotone, erogo 5 volte il trattamento eudermico e lo utilizzo picchiettandolo quasi come un tonico. Infine massaggio un abbondante dose di trattamento anti-age con movimenti circolari e sono pronta per il mio sonno di bellezza!
Contenuto: 100 ml
Scadenza: 9 mesi dall'apertura
Prezzo: €35,00 (in fondo a questo post un codice sconto per voi!)


āēr Cosmetics: Trattamento corpo rigenerante
Non solo cura del viso, ma anche del corpo! Il terzo ed ultimo prodotto āēr Cosmetics che ho provato è infatti un trattamento rigenerante pensato per il corpo. E' un olio setoso composto al 100% da ingredienti naturali e di origine naturale di cui il 51,80% provenienti da agricoltura biologica: l'olio di cardo mariano, di mirtillo e olivello spinoso lo rendono estremamente protettivo rispetto agli agenti esterni e aiutano il film cutaneo a rinforzarsi. Inoltre l'olio di mandorle, girasole, nocciolo di albicocca e carota nutrono la pelle, svolgendo un'azione idratante ed emolliente al tempo stesso. Il momento in cui preferisco applicare questo olio è dopo la doccia, sulla pelle ancora umida, massaggiandolo lentamente per farlo assorbire. La pelle ne risulta tonica, elastica e luminosa: una coccola totalmente naturale per tutti i tipi di pelle, soprattutto quella secca. La cosa che ho potuto notare dalla prima applicazione è che assolutamente non unge, anzi viene assorbito velocemente e l'effetto nutriente si nota sin dalla prima volta perché la pelle appare "riparata" e molto meno opaca.
Contenuto: 100 ml
Scadenza: 9 mesi dall'apertura
Prezzo: €48,00 (in fondo a questo post un codice sconto per voi!) 

Per tutte le lettrici e i lettori di Stylosophique è attivo il codice "stylosophique20" grazie al quale avrete diritto ad uno sconto del 20% sul sito www.aercosmetics.com per l'acquisto dei prodotti: il canale ufficiale di diffusione di questo marchio è infatti il web e questa scelta deriva dalla volontà di mantenere il brand assolutamente esclusivo.

26 marzo 2016

#StylosoTIPS || Guida ai clogs: zoccoli per tutte le stagioni!

Come indossare gli zoccoli in tutte le stagioni!


Se c'è un trend assolutamente trasversale, che ci accompagna stagione dopo stagione, è sicuramente quello degli zoccoli! E' un tipo di calzatura che mi piace moltissimo sia per l'oggettiva comodità sia perché conferisce a qualsiasi look un mood rilassato, boho chic.

Ho deciso di raccogliere in questo post i miei look preferiti che seguono questo stile e li ho voluti suddividere secondo le stagioni, a dimostrazione che i clogs non sono solo un accessorio per la bella stagione. Col giusto abbinamento, infatti, sono perfetti anche in inverno e stupendi in primavera e autunno: quando ancora il freddo non è eccessivo e il clima ci permette di vestici a strati e personalizzare il look.

Ricordatevi ovviamente che - esattamente come per i sandali - lo zoccolo necessita di un piede (e soprattutto di un tallone!) curatissimo dunque se volete qualche consiglio riguardo alla cura dei piedi vi rimando a questo post in cui avevo affrontato l'argomento!

Via con la carrellata di look!

Come indossare gli zoccoli con la salopette
Come indossare gli zoccoli in inverno
Come indossare gli zoccoli in primavera
Come indossare gli zoccoli in autunno
Come indossare gli zoccoli nella mezza stagione
Come indossare gli zoccoli in estate
Credits delle foto: Cafe du MonstreElle Canada - Fashiongum - Freaky Friday BlogInternational StreetStyle - Joanna BessManrepeller - My Fantabulous World -  Mrs Measom - Nordstrom Blog - RueMag - The Fashion Fruit - Trendy Taste - Trendy Taste #2

ZOCCOLI: di tutte le altezze, in tutti gli stili, per tutti i prezzi!
Se date un'occhiata agli Shop Online più famosi vi accorgerete che il trend dei clogs impazza a più livelli: dalle zeppe vertiginose, agli ultra flat, da quelli allacciati al modello mules, tutti i brand hanno proposto la loro versione di zoccoli per la prossima stagione! Da amante del genere, io ho una propensione particolare per gli zoccoli fatti a mano, quelli alla vecchia maniera, con materiali made in Italy di altissimo livello: quelli che indosso io, infatti, sono di Mineo Mare Pietrasanta e sono una versione abbastanza invernale perché presentano l'interno "pelosino" e sono chiusi davanti: io comunque li trovo adatti anche per le mezze stagioni e infatti li sto sfruttando moltissimo adesso che è primavera!
Zoccoli Mineo Mare Pietrasanta - Inverno e mezze stagioni
Zoccoli Mineo Mare Pietrasanta - Estate

23 marzo 2016

ZALANDO CURVY || 3 modi di indossare la giacca in ecopelle in primavera

Capo MUST della primavera? La giacca in ecopelle! Ecco come indossarla...

La primavera è finalmente arrivata e con lei le prime belle giornate ma anche le prime pioggerelle. E' una stagione tanto bella quanto variabile e proprio per questo motivo il capo che non può mancare nel mio armadio durante tutto questo periodo sono le giacche. Giubbettini di jeans, blazer colorati e giacche di pelle ci "salvano la vita" in caso di venticello primaverile e completano i nostri look. Se scelti bene, inoltre, i capispalla primaverili sono assolutamente versatili e adatti a più occasioni. In questo post, ho voluto dimostrare proprio questo aspetto, abbinando la stessa giacca di ecopelle in 3 look completamente diversi fra loro. La giacca che ho deciso di declinare in più modi è di EVANS e - come tutti i capi che vedete nelle foto - è disponibile su Zalando!

Iris Tinunin: la nuova Ambasciatrice di Zalando Curvy
Proprio così! Sono felicissima di annunciarvi questa collaborazione: sono stata scelta da Zalando come Ambasciatrice della loro sezione Curvy&Taglie Morbide. Cliccando qua potrete trovare i miei consigli di stile pensati per noi formose, dove parlo di forme del corpo, stile e tendenze!

Ed ora vediamo come ho interpretato questa giacca per la primavera!

Il video


Come indossare la giacca in ecopelle in primavera #1: CASUAL
Il primo outfit che ho scelto di creare con la giacca in ecopelle, è il mio go-to-look da giorno. Ho infatti scelto una blusa a righe, un paio di jeggings dal lavaggio medio rigorosamente portati con il risvoltino (che è un trend che ormai si è imposto a gamba tesa: basta non esagerare!) e ho completato con gli accessori. Ho scelto una borsa capiente, dotata sia di manici che di tracolla, e un paio di sneakers in camoscio con la punta laminata per dare un tocco particolare ad un look comunque estremamente comodo.

Beauty Tip: Il compagno perfetto della fantasie a righe è il rossetto rosso, con quello non potrete mai sbagliare. Sceglietelo in versione matte e abbinatelo ad una classica riga di eyeliner nera per un risultato da moderna pin up!

Jeggings: ZIZZI - Blusa: TRIANGLE - Borsa: MICHAEL KORS - Scarpe: ADIDAS







Come indossare la giacca in ecopelle in primavera #2: GIRLY
Il secondo abbinamento che ho voluto sperimentare è completamente diverso dal primo e gioca principalmente sui contrasti. Ho scelto infatti un abito fresco e svolazzante, in un tono neutro di lilla a maxi pois bianchi e ho "contrastato" la femminilità di questo capo con accessori esclusivamente neri. La giacca prima di tutto, ma anche la borsa e il sandalo (che comunque riprende anche il panna dei pois!). In questo modo il look risulta nel complesso bilanciato: non troppo frivolo, né troppo cupo... il mix che preferisco!

Beauty Tip: Per un look fresco, realizzate un trucco luminoso nei toni del malva. Sia per l'ombretto di transizione (da usare nella piega dell'occhio), sia per il rossetto potete optare per queste tonalità - dal malva talpa al malva opera - per seguire le tendenze del momento ma scegliere comunque un make up dall'effetto naturale!

Abito: DOROTHY PERKINS CURVE - Set di bracciali: MISS SELFRIDGE - Borsa: MICHAEL KORS - Sandali: TOPSHOP

Come indossare la giacca in ecopelle in primavera #3: SEVENTIES
Per quanto riguarda il terzo look, ho invece voluto seguire una delle tendenze assolute del momento ossia il ritorno degli anni'70! Come avrete potuto dai cataloghi delle collezioni primaverili bluse a stampe seventies, pantaloni a zampa, gonne con bottoni, frange e gilet in camoscio sono tornati alla ribalta e io non potrei essere più felice! Adoro questo trend e mi sono divertita moltissimo ad abbinare la giacca in ecopelle con la gonna in denim a vita alta. Ho aggiunto un tocco di colore con la blusa a microfantasia e ho completato il tutto con una tracolla con frange e un paio di ballerine allacciate alla caviglia.

Beauty Tip: Ho scelto di abbinare il rossetto alle gradazioni di colore della blusa e ho dunque scelto un colore molto scuro anche se portato di giorno. In questi casi è bene sempre bilanciare l'importanza del rossetto con un make up occhi estremamente naturale: in questo modo il volto non ne risulterà appesantito e la bocca avrà tutta l'importanza che un rossetto così scuro merita!

Blusa: JUNAROSE - Gonna: GLAMOROUS - Tracolla: REBECCA MINKOFF - Ballerine: KENNEL+SCHMENGER


20 marzo 2016

PRIME IMPRESSIONI || Ferro per capelli Babyliss 32mm L per onde morbide

Ho provato con voi il ferro 32mm per onde morbide: ecco cosa ne penso!


Qualche giorno fa sul mio Snapchat vi avevo mostrato l'apertura di un mega pacco arrivato direttamente da Amazon! Come sapete sono iscritta a Buzzoole (potete iscrivervi anche voi cliccando qua!), un sito che permette di accumulare buoni da spendere su Amazon, e grazie a questo ho potuto fare un ordine molto consistente di cose che avrei sempre voluto provare per sfizio sia perché mi interessavano sia, ovviamente, per farne una recensione!

Ho comprato quindi sia cose prettamente utili (degli organizzatori per il make up e per i rossetti, una spazzola e via dicendo) sia prodotti che volevo provare già da un po'! Uno di questi è il ferro Babyliss da 32mm di diametro.

Info generali
Il prezzo del ferro è di circa €35,00 e lo trovate su Amazon: BaByliss C332E Pro 180 Large Ferro ArricciaCapelli, Satin Touch, 32 mm . Il diametro è appunto di 32mm per creare onde morbide; il cilindro riscaldato è dotato di becco che ferma la ciocca e il ferro ha 10 posizioni di temperatura da 150° a 180°. Oltre alle temperature ha il tasto on/off per accensione e spegnimento. La punta è isolata e permette di tenere il ferro anche da quel lato. Ha poi un piccolo supporto metallico che evita che il ferro tocchi le superfici in fase di riscaldamento o fra una ciocca e l'altra.

Temperatura
Su 0 il ferro è spendo; da 1 a 4 è ideale per capelli fini o molto danneggiati; da 5 a 7 per capelli normali naturalmente ondulati e 8 e 9, invece, sono ideali per capelli difficili da piegare molto ricci o crespi.

Come l'ho usato
In questo primissimo utilizzo, ho usato il ferro in maniera molto "tradizionale". Come si vede nel video, la prima ciocca l'ho arricciata partendo dal basso: ho cioè fermato le punte con il becco del ferro e poi arrotolato verso il basso. Per tutte le altre ciocche, invece, ho deciso di aprire il ferro e arrotolare la ciocca con le mani partendo da metà e andando verso il basso. Ho tenuto le ciocche sul ferro per circa 10-15 secondi a seconda del loro spessore. Il procedimento non mi ha impiegato più di 15 minuti in tutto e questo è sicuramente un aspetto molto positivo! Il risultato è stato estremamente naturale come volevo e mi aspettavo.

Il difetto che ho notato
L'unico difetto - non trascurabile - che ho notato me lo aveva anticipato una ragazza su Snapchat. Praticamente, la rotellina delle temperature è in un punto molto fastidioso poiché durante l'utilizzo le mani toccano quel punto anche non volendo andando dunque a modificare la temperatura del ferro! A volte si sposta anche mentre si scioglie la ciocca ed è una cosa molto noiosa dover sistemare ogni volta la rotellina sul numero adatto ai propri capelli. Nell'utilizzo del ferro, bisogna dunque ricordarsi di non spostare troppo le mani perché la rotellina è estremamente sensibile!

Ovviamente proverò il ferro ancora molte volte - questa era la primissima volta che lo usavo! - e vi terrò aggiornate sia con le altre opinioni che via via mi formerò, sia con nuovi tutorial!


Ricordatevi di iscrivervi al mio Canale Youtube e alla mia newsletter!

15 marzo 2016

REVIEW || MAC Retro Matte Liquid Lip Colour

I nuovi rossetti liquidi ultra opachi di MAC

Tra le novità di MAC, i rossetti liquidi super opachi sono senza ombra di dubbio fra i più "chiacchierati". L'altissima pigmentazione del colore, il finish completamente opaco che si fonde sulle labbra e la grande varietà di colori rendono queste tinte un must have per tutte le amanti del fascino senza tempo.

I Retro Matte Liquid Lip Colour sono usciti a Gennaio 2016 e, nonostante spesso siano sold out, sono entrati a tutti gli effetti in collezione permanente. Ho deciso, quindi, di farne una recensione completa visto che la tendenza matte ci accompagnerà ancora per un po'!

Per prima cosa ho suddiviso le 15 colorazioni disponibili in 4 gruppi principali: i Nude, gli Accesi, i Rossi e gli Scuri. L'ho fatto per comodità e anche un po' per assecondare i vari mood che ci spingono ad indossare sulle labbra un colore piuttosto che un altro! 

Secondo la mia suddivisione, i Nude sono:
- Mademoiselle, corallo crema luminoso
- Lady-Be-Good, nude medio caldo
- Back in Vogue, nude tendente al pesca 
Non ho testato nessuno di questi colori perché, possedendo già sia Mehr che Kinda Sexy (dei rossetti classici), non volevo un risultato troppo simile e mi sono quindi concentrata sugli altri 3 gruppi di colore!

Il gruppo dei colori Accesi è sicuramente quello più nutrito, sono:
- Rich & Restless, salmone rosato medio
- Divine-Divine, rosa cremoso chiaro
- Personal Statement, rosa shocking
- Tailored to Tease, fucsia luminoso
- To Matte With Love, lampone luminoso
Degli accesi ho provato proprio l'ultimo, To Matte With Love, un fucsia insolito, intenso e tendente al lampone, con dentro una punta di blu che lo rende veramente particolare rispetto a tutti i fucsia che ho provato. Perfetto con un ombretto chiaro e luminoso per un viso da bambola.



Stupendi sono anche i Rossi, composti da:
- Quite the Standout, arancione-rosso luminoso
- Fashion Legacy, rosso fuoco intensamente dinamico
- Feel So Grand, rosso originale intenso
- Dance with Me, rosso mirtillo acquatico intenso
Anche per quanto riguarda i rossi mi sono concentrata sull'ultimo, Dance with Me, essendo alla ricerca di un rosso particolare che avesse un twist in più rispetto alle tonalità classiche. Devo dire che è veramente un colore pazzesco: intenso, coprente e molto versatile! Perfetto con oggi semplici sottolineate da eyeliner nero per un risultato da moderna pin-up!

Infine abbiamo gli Scuri:
- Recollection, violetto luminoso intenso
- Oh, Lady, vino intenso
- High Drama, prugna scuro intenso
Per quanto riguarda i colori scuri sono stata rapita fin da subito da Oh, Lady: il mix perfetto tra viola, vinaccia, marrone... un colore inusuale che non mi era mai capitato di vedere. Molto intenso e coprente oltre che scuro e dunque da usare con maestria abbinato ad un trucco occhi neutro e ben bilanciato!

Considerazioni
Paragonando i Retro Matte Liquid Lip Colour ad altre tinte labbra di varie marche quello che ho subito potuto notare è che l'applicatore è morbidissimo, raccoglie la giusta quantità di prodotto e ha una forma opportunamente studiata per facilitare l'applicazione. Essendo tinte labbra - dunque prodotti liquidi - bisogna sempre considerare che la loro applicazione è più difficoltosa rispetto ad un rossetto classico. La difficoltà aumenta all'aumentare del colore: ho infatti notato che il colore più scuro necessita più attenzione durante l'applicazione rispetto al rosso e all'acceso. Niente che un po' di pratica non possa risolvere, ovviamente! Per quanto riguarda la coprenza, solitamente io applico una prima passata concentrandomi sul centro delle labbra e una seconda con cui definisco il contorno, aiutandomi, se necessario, con un pennellino labbra di precisione. La consistenza del prodotto, in questo senso, è perfetta: morbida e cremosa durante l'applicazione quando si fissa e si asciuga diventa perfettamente opaca e previene quindi ogni tipo di sbavatura. A mio avviso è molto carino anche il packaging: nella parte superiore ricorda i classici rossetti del marchio (con la differenza che i Retro Matte Liquid Lip Colour si chiudono a vite e non a pressione!) mentre la parte inferiore, essendo completamente trasparente, permette di vedere il colore esatto della tinta. 

Info e prezzi
Ogni Retro Matte Liquid Lip Colour contiene 5 ml di prodotto e ha un prezzo di €24,00. Si acquistano negli store e nei corner MAC oppure sul sito maccosmetics.it.
Swatch
Trovate la lista completa suddivisa per brand di tutti i prodotti beauty che ho recensito dal 2010 ad oggi CLICCANDO QUA!

14 marzo 2016

OUTFIT || Giacca in denim e dettagli arancio per la primavera 2016

Stampe colorate e denim: la primavera di Persona by Marina Rinaldi

Se mi chiedete di pensare ai capi must have per la primavera io penso alle giacche leggere: che siano di jeans, di tessuto o di ecopelle non importa... i capispalla pensati per la mezza stagione sono senza ombra di dubbio la mia cosa preferita della stagione primaverile!

Quando ho visto questo giubbino in denim con cerniera, bottoni e strappi in stile used è stato amore a prima vista! Ho pensato che sarebbe stato un capo perfetto per i primi mesi di sole tiepido, un capo versatile da poter usare sia in maniera casual che con look più studiati. Giocare con i contrasti, infatti, è una delle cose che amo di più della moda ed è per questo che ho voluto abbinarlo ad un abitino bon ton. 

L'abito è un tubino con gonna ad A, più stretto sulla vita per accompagnare bene la figura! La cosa che mi ha colpito di più è il gioco di colori: il vestito in sé è bianco nella parte inferiore e nero sopra e sulla gonna presenta una stampa che è un mix fra la fantasia floreale e quella optical, con blocchi di colori nei toni dell'arancio. 

L'arancio è uno dei miei colori preferiti in generale, che sia estate o inverno, col sole o con la pioggia: trovo che il tocco vitaminico di questa tinta tiri su il morale e accenda il look. Per riprendere la decorazione dell'abito ho quindi optato per la mia borsa arancione con borchiette e per un rossetto nello stesso tono! Ben arrivata, primavera!

Giacca in jeans: PERSONA BY MARINA RINALDI
Stivaletti: STEVE MADDEN

Questo look è stato creato in collaborazione con Persona by Marina Rinaldi: visitate lo Shop Online e seguiteli su Facebook che su Instagram!

Licenza Creative Commons
Based on a work at www.stylosophique.com.
You are not allowed to use or modify the content. You can't use it for commercial reasons.
You can't share the pics/text/graphic without my prior consense and they have to be linked back to this blog.
Permissions beyond the scope of this license may be available at stylosophique@hotmail.it.



buzzoole code
Profilo