23 giugno 2017

Come ho cambiato il mio stile di vita: alimentazione, movimento, massaggi

Rispondo a tutte le domande sul mio nuovo stile di vita

Il mio 2017 è iniziato nel peggior modo possibile. Non starò qua a dire quanto ho sofferto e a causa di cosa perché ognuno vive la propria tragedia personale ed è inutile intristirsi per quelle altrui quando abbiamo già le nostre. Riassumerò questo "periodo di merda" dicendo che è stato l'inizio del mio cambiamento. 

Negli ultimi mesi, infatti, in tante avete notato dalle foto e dai video che ho postato che il mio aspetto è cambiato e avete iniziato a farmi domande riguardo la mia perdita di peso. Ho sempre risposto a tutte, come è mio solito, ma sono sempre rimasta sul vago. Oggi, invece, ho deciso di parlare di questo cambiamento nello specifico ma prima di farlo sono doverose alcune premesse.

PREMESSA #1
Vi sconsiglio - e lo faccio col cuore - di dire alle persone, sia sui social che nella vita, che sono ingrassate/dimagrite. Anche se lo fate in senso totalmente positivo, vi sconsiglio di accennare al peso corporeo altrui, vi sconsiglio di chiedere come/perché è avvenuto un certo tipo di cambiamento. Perché la risposta è imprevedibile e a volte veramente dolorosa. Un po' come quando alle coppie che stanno insieme da tempo viene chiesto "Ma quando lo fate un figlio?" e magari questi due poveri cristi un figlio lo vorrebbero, ma non gli viene... o lo farebbero, ma non lo potrebbero poi mantenere. Quando facciamo un figlio ve lo diciamo e, allo stesso modo, quando qualcuno vorrà parlarvi del suo peso lo farà. E quando lo farà, ascoltatelo, perché una persona che vi manifesta il desiderio di dimagrire/ingrassare sta facendo uno sforzo enorme per amarsi e vi sta chiedendo aiuto! Ma se non è il diretto interessato ad accennare all'argomento, non domandate. Fidatevi di me. Ci sono infiniti motivi per cui una persona perde o prende peso e alcuni sono dovuti a traumi, a momenti bui, a malattie... quando chiedete "come hai fatto a dimagrire??" ad una sconosciuta che vedete solo in foto non potete sapere se quella persona ha subito un lutto, un trauma, uno shock. Quando fate notare a qualcuno che è ingrassato non lo sapete se ha uno scompenso ormonale, se sta facendo una cura per avere un figlio, se ha problemi più gravi nella sua esistenza di qualche kg in più. Non lo potete sapere, perché il corpo degli altri è incluso in maniera imprescindibile nella vita degli altri e non vi riguarda, mai, per nessuna ragione. Il vostro accennare al cambiamento di peso - anche fatto in maniera ingenua - può far ritornare in mente alla persona interessata il perché adesso è in un modo o in un altro e può fare tanto, tanto, tanto male. Il corpo è una cosa veramente troppo personale. 

PREMESSA #2
La bellezza e la salute sono due concetti distinti, dovrebbero - DOVREBBERO - andare di pari passo ma non sempre questa cosa dipende da noi. Ognuno ha il diritto di sentirsi bello in qualunque momento della sua vita, nella malattia, nella crisi, nelle fasi intermedie e di passaggio. Amarci per come siamo è un nostro diritto esattamente come lo è il poter lavorare su di noi e cambiare ciò che non ci piace e che non ci fa stare bene (ovviamente, nei limiti di ciò su cui si può intervenire!). Nessuno, per nessuna ragione, può essere discriminato per come è fuori. La bellezza non dipende da quanti kg uno pesa. Non bisogna essere magri per essere felici, non bisogna per forza perdere peso per stare bene, non occorre rientrare in un qualsiasi standard imposto per essere degni di valore. Qualunque sia il vostro aspetto meritate amore, rispetto, educazione... sempre. Sempre. Questo non scordatelo mai. L'aspetto non ci definisce come esseri umani e non è né sarà mai l'unica cosa che conta. La salute invece conta ed è nostro dovere prendercene cura. A volte, pur facendo di tutto per mantenersi in perfetta salute, la malattia ha la meglio su di noi e proprio per questo se abbiamo la fortuna di essere sani dobbiamo occuparcene ancora di più. 

Fatte le premesse che spero siano chiare a tutti, iniziamo.

ALIMENTAZIONE
Ho sempre avuto un rapporto normale con il cibo, nel senso che ho sempre mangiato un po' di tutto, alternando gli alimenti. Non ho mai avuto particolari problematiche (come allergie, intolleranze o problemi di digestione) e quindi mi sono sempre regolata da sola. Allo stesso tempo non sono mai stata magra un po' perché non lo sono e non lo sarò mai di costituzione (più avanti in questo post vi spiego perché), un po' perché non sapevo abbinare gli alimenti (ma questo l'ho scoperto solo da poco). Negli ultimi mesi del 2016 e nei primi del 2017, invece, il mio rapporto con il cibo era diventato esclusivamente di 2 tipi: o non mangiavo per giornate intere (e per non mangiavo intendo proprio niente, solo acqua) perché passavo il mio tempo a piangere, oppure mangiavo come ero abituata a fare ma non ne traevo beneficio perché ero sempre stanca e gonfia come se quello che mangiavo non mi "nutrisse". Quando ho capito che la cosa mi stava sfuggendo di mano mi sono affidata ad una nutrizionista. Perché è così che si fa quando non si sa come fare: ci si affida ai professionisti. Esattamente come sono andata dal dermatologo per risolvere il mio problema coi capelli, così ho fatto con la nutrizionista in questa occasione. Sono andata da lei e le ho spiegato esattamente come stavo: sempre stanca, sempre gonfia, senza energia. Lei mi ha visitata (ho ovviamente fatto tutte le analisi del caso!) e mi ha confermato quello che già sapevo cioè che non sarò mai magra (non che me ne sia mai fregato niente, diciamocelo) ma dandomi una motivazione valida a riguardo: le mie ossa pesano 6 kg (SEI KILI) più della media! E così abbiamo anche scoperto che le "ossa grosse" non sono solo una diceria... Oltre a questo, mi ha poi misurato il metabolismo e altre cose specifiche che non ho idea di cosa siano ma che sono servite a sviluppare quello che è il "mio menu". Perché la nutrizionista non ti fa la dieta, ti fa uno schema alimentare che porti avanti tutta la vita, ti insegna a nutrirti - appunto -, a capire cosa serve al tuo corpo per funzionare bene e ad eliminare quelle abitudini che pensavi giuste e che invece per il tuo metabolismo erano sbagliate. La perdita di peso che ne è derivata è dunque per me un "effetto collaterale" mentre quello principale è che finalmente il mio cervello è sveglio, il mio corpo è attivo, io mi sento bene, sono sana, viva e piena di vita. 

MOVIMENTO
Fino alle scuole medie sono stata una bimba sportiva (al tempo facevo ginnastica artistica) poi con il liceo e la mole di cose da studiare veramente disumana avevo sempre meno tempo da dedicare allo sport e anche il mio interesse nel farlo è andato scemando. Per questo motivo, quando sentivo dire dagli altri che "lo sport ti rimette in pace col mondo" non capivo. Poi ho provato. Questa anno, dopo il picco del mio "periodo NO" ho sentito la necessità di muovermi per distrarre la testa e ho iniziato a farlo. Io e la mia migliore amica, 7/8 km al giorno a passo lungo sul viale a mare col primo sole della primavera. E grazie a Dio che l'ho fatto, perché sono rinata! Muoversi, fare lo sforzo fisico di muovere il culo (letteralmente!), ti resetta il cervello: è come se aprisse la finestra in una casa piena aria stantia e facesse entrare la brezza primaverile. E ho capito che questa cosa che mi mancasse il tempo per fare sport era solo una scusa perché 3 ore a settimana si trovano, eccome! Nessuna scusa. Quando vado a camminare non faccio niente di particolare se non sforzarmi di fare passi belli lunghi e di mantenere un buon ritmo: quindi chiunque può farlo. Solitamente tengo il conto dei km fatti con "Salute", l'app che c'è in automatico sull'iPhone visto che me lo porto dietro. Ci tengo a sottolineare questa cosa perché ogni volta che pubblico lo screen dei km fatti ricevo decine di messaggi che mi chiedono quale app sia: non è un'app, ce l'avete tutti in automatico sull'iPhone! Tornando invece al tipo di movimento che faccio, oltre a queste camminate, seguo qualche video su Youtube per fare degli esercizi a casa: solitamente faccio stretching prima e dopo la camminata e aggiungo qualche sessione dedicata a braccia, pancia, gambe e glutei alternandole. Non ho una playlist specifica dei video che seguo su Youtube perché mi piace variare: solitamente scrivo "abs routine" oppure "legs exercises" e vedo cosa mi suggerisce. Vario sempre perché altrimenti mi annoio, invece così sono sempre motivata.

MASSAGGI
Del mio nuovo stile di vita, oltre all'alimentazione sana e al movimento, fanno parte anche i massaggi, in particolare i massaggi circolatori e drenanti. E' una dimensione a cui mi sono approcciata da poco, nello specifico da quando ho scoperto Isomed Beauty Clinic, ma che fin dalla prima seduta ha dato ottimi risultati. I massaggi circolatori, infatti, servono a riattivare il sistema circolatorio con manovre profonde. In questo senso, vanno quindi a "perfezionare" (passatemi il termine!) il cambiamento messo in atto con l'alimentazione sana e il movimento. Ovviamente un singolo massaggio sporadico non ha effetti a lungo termine perché ciò che funziona in questo tipo di percorso è la continuità. Se avete perso peso o se avete problematiche legate alla ritensione di liquidi vi consiglio di farvi fare una consulenza (da Isomed è sempre gratuita!) per capire di che tipo di massaggio avete bisogno e per quanto tempo. Attualmente sono al mio quinto massaggio e ho notato una grandissima differenza nelle gambe anche perché sento moltissimo il lavoro che viene fatto in seduta. Il massaggio circolatorio, infatti, è molto intenso che lavora in profondità sui tessuti. L'operatrice lavora direttamente sulle zone di interesse e alcune - vi assicuro - fanno male da levare il fiato e non sono esclusi lividi a fine seduta. Ovviamente tutto questo è soggettivo (vi parlo solo e soltanto della mia personale esperienza) ma ne vale la pena!

Spero con questo post di aver risposto in maniera dettagliata a tutte le domande che per mesi mi sono state fatte. E' stato molto complesso per me decidere di parlare di questo cambiamento perché è iniziato da un momento davvero doloroso della mia vita. Quando si fa un lavoro come il mio, dove parte di ciò che si vive è "pubblico", è sempre molto difficile far capire che c'è anche una parte che è e resterà per sempre privata. Il fatto che io condivida parte della mia vita e di ciò che amo sul web non significa che sia obbligata a spiegare, giustificare e mostrare sempre tutto. E allo stesso modo, il fatto che io abbia una "sfera privata" non toglie in alcun modo autenticità a tutto ciò che invece condivido perché ho piacere di farlo. Ho una paura tremenda che questo post verrà in qualche modo frainteso ma è qualcosa che non posso prevedere: non scriverlo per paura che qualcuno lo veda sotto una cattiva luce sarebbe stato ingiusto nei confronti di tutte quelle persone che mi hanno chiesto per mesi di parlarne e che sono state carine e comprensive della mia situazione. E che hanno saputo aspettare. Perché mi ci è voluto un po' per parlarne, me ne rendo conto. Ma ero pronta adesso.

11 commenti:

  1. Io sono magra come un chiodo perché soffro d'ansia e prendo le mie pastigliette ( che nella maggior parte dei casi fanno ingrassare, ma io negli anni sono sempre e solo dimagrita ) quindi quando mi dicono che sono magra... -.- è sapessi, ormai ci rido.. però vorrei essere panzerotta e felice invece che così.. baci baci iris :-)

    RispondiElimina
  2. Cara Iris, sono felice che tu abbia condiviso i tuoi pensieri con noi, grazie, sottoscrivo in pieno le tue premesse! Quando ti dicevo che eri in testa al corteo lo dicevo proprio per questo, sei avantissimo! Soprattutto tutto quello fai è un grande esempio per tutti! Un abbraccio 🤗

    RispondiElimina
  3. Sottoscrivo ogni tua parola, Ho perso quasi 20kg in un anno e mezzo andando dal nutrizionista proprio come hai fatto tu..perché a 30anni non era pensabile di fare le scale ed avere il fiatone..qualunque sia la molla che ti spinge a cambiare l'importante è farlo se stessi e mai per compiacere gli altri!E anche l'autostima ci guadagna!Brava

    RispondiElimina
  4. Mia cara Iris, anche io ho cominciato l'anno trovandomi in una situazione disperata, improvvisa, che poco aveva di reale. Sono sempre stata più che in carne ( non sopporto l'aggetivo "obesa") e ho passato la vita, oltre che a fare analisi, diete, sedute di psicoterapia e trattamenti vari, a combattere contro quel senso di inadeguatezza e umiliazione che ti infondono gli sguardi altrui, i luoghi comuni e la superficialità della gente che vede nella cuccia qualcosa da cui stare alla larga. In sei mesi ho perso 20 kg ( forse di più ma mi rifiuto di saperlo), insieme a loro ho perso tante altre cose...purtroppo il mio calo di peso è stato il risultato di annientare quella che ero, che sono, che sarò sempre, ma ho cominciato a capire che se non imparo a volermi bene mi vedrò sempre orribile e farò in modo che quello che mi convinco di essere lo pensino anche gli altri...
    Tu sei bellissima, lo sei sempre stata e non ho mai notato dei chili di troppo che ti impedissero di esserlo, il tuo sorriso ha sempre fatto vedere altro di te!

    RispondiElimina
  5. Perché frainteso? Sono felice per te che sei riuscita a dare una svolta sana e positiva (solo in secondo luogo dimagrante ) alla tua vita. Anche io ho problemi di tiroide (ed altri che non starò qui ad elencare )che mi fanno sentire tanto stanca e mi tolgono energie. In effetti tanto potrebbe essere dovuto anche all'alimentazione, mi hai incoraggiato sotto questo punto di vista ad affidarmi ad un esperto , sopratutto mi è piaciuta la differenziazione tra nutrizia e dietologo. Personalmente ho un rapporto un po' bipolare se così si può definire , sia con il cibo che con lo sport. Non sono serena perché passò da periodi super restrittivi di diete calcolate e sport iper costante ed intenso a periodi di nulla totale. Le passeggiate 3 volte a settimana sono così rassicuranti che mi fanno tornare la voglia di rimettermi in moto! Grazie per esserti confidata con noi su questo argomento così privato, un abbraccio

    RispondiElimina
  6. Ciao,ti seguo da qualche mese sui social e ho imparato ad apprezzare quello che fai e nonostante sia un ragazzo ti trovo molto interesse, mi rivedo molto in alcuni passi del tuo articolo: anni fa ho avuto problemi di peso dovuti ad una vita sregolata e molta sedentarietà dopo un'adolescenza abbastanza sportiva.
    Anche io come molti ho avuto un avvenimento nella mia vita che mi ha portato ad una svolta e da allora ho iniziato a correre e correre, (si come Forest Gump) l'alimentazione equilibrata è stata una conseguenza della corsa, per riuscire ad essere nelle migliori condizioni per praticarla, pian piano tutto è migliorato, si sono affinate le tecniche di allenamento e anche l'alimentazione si è ulteriormente adattata al mio organismo e al mio ritmo biologico. Da allora è stato una continua evoluzione e scoperta di altri "mondi": la corsa non era più sostenibile le mie ginocchia quindi ho iniziato ad avvicinarmi agli esercizi a corpo libero, la bicicletta, il tennis, il mio sport di gioventù il calcio, mi do da fare in tante cose senza esserne ossessionato, lo faccio perché mi piace e mi aiuta a mantenere in equilibrio le mie giornate: "mens sana in corpore sano", niente di più vero. Mi piace mangiare. La pizza e il gelato credo siano le mie più grandi passioni, non tengo d'occhio la bilancia e anche se non ho un six pack da fitness model oggi sono molto contento del mio umore e del mio fisico.
    Ti auguro che le tue belle camminate sul lungomare siano l'inizio di un percorso che ti porterà a scoprire altre cose e trovare qualcosa che ti appassioni profondamente.
    Ps io non sono un trainer ne mi sono mai affidato a qualcuno di loro seppur credo che alcuni siano dei validi professionisti.
    Alfredo G.

    RispondiElimina
  7. Grazie per aver condiviso i tuoi pensieri..hai dato voce a tutte quelle come me un po sovrappeso che si sono sempre sentite dire " mamma mia sei ingrassata, ma una dieta quando?" ...io una dieta l'ho iniziata da un anno e più e grazie a dio e alla mia forza di volontà (purtroppo non ho avuto la possibilità economica per affidarmi ad un nutrizionista ma ho studiato gli alimenti sani e come abbinarli) sono riuscita a perdere 25 kg. Ovviamente le stesse persone oggi mica mi fanno i complimenti per i risultati , ma a me non interessa perché sono fiera di me e dei miei risultati ��... speriamo che le.cose migliorino per tutte noi ..ti do tanti abbracci ☺

    RispondiElimina
  8. Io invece ti chiedo scusa, perché sono una di quelle che ingenuamente ti faceva i complimenti per la perdita di peso. Nonostante io abbia provato sulla mia pelle cosa significhi essere al tuo posto. Perdonami <3

    Elisa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ti devi assolutamente scusare. Senza le tue domande (e di tante altre!) questo post non esisterebbe.

      Elimina
  9. Sto vivendo anche io il momento ''cambiamento''. Ho capito solo ora quanto si più stare bene con sport e dieta sana. Io al contrario tuo ho sempre trattato molto male il mio corpo a causa della mia infelicità, invece mi sono accorta che proprio il fatto di avere uno stile di vita malsano mi portava ad essere sempre triste e a pensare ai fallimenti della vita. Sono d' accordo con te riguardo le domande inopportune su peso ed altro...spero che prima o poi cambi questo modo di fare. Un grosso in bocca a lupo Iris. Ti abbraccio

    RispondiElimina

Lascia un commento per dire la tua!
[I commenti contenenti link attivi verranno segnalati come Spam]

Licenza Creative Commons
Based on a work at www.stylosophique.com.
You are not allowed to use or modify the content. You can't use it for commercial reasons.
You can't share the pics/text/graphic without my prior consense and they have to be linked back to this blog.
Permissions beyond the scope of this license may be available at stylosophique@hotmail.it.



buzzoole code
Profilo