28 ottobre 2013

MISS ITALIA 2013: La mia opinione


Seguo questo concorso da sempre. Se torno indietro con la memoria non mi viene in mente un anno in cui io non mi sia appassionata alla scelta della nuova Miss. Sono convinta che questo concorso (e il programma TV che ne deriva) siano uno di quei patrimoni nazional-popolari che ormai sono entrati a far parte della tradizione italiana e che è da ipocriti rinnegare. Ci sono state edizioni più o meno belle, più o meno ricche, più o meno avvincenti ma mai, mai che mi ricordi, un'edizione così sfigata e noiosa.

Il concorso quest'anno si è svolto a Jesolo, nella cornice del Pala Arrex (e sarà così per i prossimi 4 anni), e dopo l'abbandono della Rai, il programma è andato in onda su La7 in un unica puntata (dalle 20:40 del 27 ottobre all'1:30 circa del 28.). La conduzione è stata affidata a quelli che io ho soprannominato "Ghini e quell'altro" cioè Massimo Ghini e Cesare Bocci (sì, Mimì..) affiancati a momenti alterni da Francesca Chillemi, Miss Italia nel 2003. Il palco e la struttura allestiti all'interno del Pala Arrex erano davvero bellissimi ma purtroppo sfruttati malissimo. I due, attori e non presentatori, hanno portato avanti la serata davvero a stento cercando di buttarla più e più volte sul ridere senza, per altro, riuscirci e dimostrando di non aver capito che Miss Italia è, sì, un programma popolare ma che la gente che lo segue prende comunque sul serio. Risultavano adeguati solo negli intermezzi di RVM intitolati "I papà delle Miss" in cui dovevano fare il loro lavoro: non presentare ma, appunto, recitare. Francesca Chillemi che, essendolo stata, di Miss Italia dovrebbe saperne più dei due sprovveduti sopracitati, si è dimostrata invece insicura e non all'altezza della conduzione: numero di telefono per televotare sbagliato (per fortuna in sovra impressione c'era quello giusto!), ripetuti errori nella presentazione delle ragazze, prove di danza miseramente fallite, incapacità totale di leggere con nonchalance il gobbo (ehi, Fra, siamo qui! Guardaci!). Certo, regia e luci non hanno aiutato i 3 nell'impresa: definirle da cani è dir poco. Le miss quasi sempre impallate, ombre sui visi, conduttori di spalle, pubblico illuminato a giorno (e spalti vuoti in bella vista), sottofondo musicale poco credibile o totalmente fuori luogo: assente quando necessario, infestante quando superfluo. Rita dalla Chiesa (SIAMO TUTTE CON TE) inquadrata senza pietà e senza filtri, cantanti  in playback con gli schermi alle loro spalle in ritardo di 4 secondi e sono stati memorabili i 5 minuti in cui Ghini e quell'altro, assieme al notaio, sono stati di spalle a parlare delle bustarelle

Si potrebbe passar sopra a tutte le mancanze della parte tecnica e dei presentatori se almeno fosse stato dato il giusto spazio alle Miss. Che quest'anno, per giunta, erano in gara senza numero. Le abbiamo viste di sfuggita e quando le abbiamo viste stavano con la manina paralizzata accanto alla faccia per mostrare il numerino che avevano per anello. Spiegatemi il senso di levar loro il numerino dal petto se poi devono farsi da auto-didascalia con la mano e un anello. Non hanno parlato, non hanno sfilato. Gli RVM (da denuncia!) in cui dovevamo poterle apprezzare nella loro freschezza e genuinità sono stati un flop dopo l'altro: tutte ballerine tranne 2 cantanti, un perito calligrafo e una contorsionista amatoriale. Per favore, ridateci la pace nel mondo.

Le gaffe sono state tantissime e alcune davvero fuori luogo, in un'edizione del concorso così delicata (la prima da orfana di mamma Rai):
- "Miss Larghe Forme" (Ghini)
- "Un applauso al televoto" (Chillemi)
- "Pensavate che adesso arrivava.." (Ghini)
- "Con grazia più dissimulata che palese.." (Ghini, alle 3 finaliste)
- "Secondo me Miss Italia è la ragazza che riesce a capire e aiutare a tutti [...] una ragazza alla portata di mano [...] penso che ho soddisfatto chiunque mi conosca [..]" (Fabiola Speziale, 2° classificata)

Imperdonabile la sostituzione di "Per te Miss Italia finisce" con "Ragazze, seguiteci..": è un concorso di bellezza, non una gita organizzata. Ma imperdonabile soprattutto una conduzione lenta e priva di verve che ha annoiato il pubblico a casa, il pubblico in studio (testimoni le blogger su twitter) e perfino la giuria (Salvo Sottile ha scatenato non poca polemica col suo tweet). 







Un'edizione scarsa sotto tutti i punti di vista, che ha provato a più riprese ad essere polemica (sia nei confronti della Presidente della Camera Laura Boldrini, plurinominata durante la diretta; sia nei confronti di programmi di reti "avversarie": il riferimento di Ghini al fatto che i bambini debbano stare a casa e non a cantare è stato un chiaro attacco a "Io Canto" che stava andando in onda in quel momento su Canale 5) senza riuscirci in maniera brillante. Un Ghini pieno di sè, un po' spocchioso dietro la finta modestia ("questa sarà la nostra prima e ultima volta a Miss Italia") che lo ha reso pesante e poco professionale agli occhi di tutti. 


In quanto appartenente sia alla categoria delle curvy che a quella delle blogger mi sento di accennare anche al fatto che ci avessero preparato ad un'annata rivoluzionaria ("Non ci saranno limitazioni di taglia!") per poi rifilarci una sola Miss dalle forme morbide e farci vedere la bella Elisa D'ospina di sfuggita per qualche secondo. Tante blogger (ben 4 o 5 se la memoria a quest'ora non mi frega..) hanno seguito il backstage di Miss Italia durante questi giorni di preparazione e hanno animato i social con tanti dettagli da dietro le quinte. Certo, alcune di loro erano pressoché sconosciute, ma alle altre, molto note e seguite, non è stato fatto neanche un minimo accenno durante la diretta. La pagina di Miss Italia e tutti i social collegati al concorso vivono e funzionano anche grazie al sostegno di tante di noi (io stessa, a maggio, sono stata coinvolta nell'iniziativa volta a salvare il concorso dalla cancellazione che si è svolta su twitter!) e spetterebbe al mondo del blogging almeno una piccola menzione.

Insomma, un'edizione che, visto che la volevano trasformare in un talent, io giudico con un per me è no. Si pone davanti agli organizzatori il problema di ripensare totalmente il concorso e renderlo degno della sua tradizione come è sempre stato. Mi dispiace sinceramente per Giulia Arena: dopo anni di Miss Italie "bruttine", finalmente abbiamo una reginetta figa e le è toccata un'edizione che aiutatemi a dire sfigata...




Licenza Creative Commons
Do not use any of those pics and text without my prior consent (ask for it: stylosophique@hotmail.it).
All the pics have to be linked back to this blog.
It's forbidden to use this pictures for commercial reasons.

21 commenti:

  1. Posso benedire il fatto di esser collassato alle 21,00 ed essermi perso tutto ciò?
    Da come lo hai raccontato mi sembra che la serata sia stata un vero disastro. Premetto che è un concorso che aborro e non mi piace assolutamente, ma da piccolo lo guardavo anche io, spesso con mia nonna, e mi ricordo ancora gli anni di Anna Valle e Denny Mendez, quando rimanevo sveglio fino a tardi per scoprire chi fosse la miss. Penso tu abbia centrato il problema quando dici "I due, attori e non presentatori, hanno portato avanti la serata cercando di buttarla sul ridere, dimostrando di non capire che Miss Italia è un programma nazional-popolare che la gente prende comunque sul serio". Purtroppo è questo modo "radical chic" di ironizzare su tutto che ha fregato i due attori: il pubblico di Miss Italia è fatto di giovani/giovanissimi e anziani che riconoscono ancora nel concorso una vera e propria istituzione. Ridere di un'istituzione può andar bene per la satira politica, ma non puoi ridere e de-ridere un concorso che tra l'altro stai presentando! Sarei curioso di conoscere il compenso dato ai presentatori. Forse è stato proprio il cambio di rete ad aver fatto "rilassare" i due attori, se fossero stati in diretta nazionale su Rai Uno, pagati con cachet milionari dai contribuenti (soldi pubblici!!!) e con tutti i direttori di rete in prima fila con lo sguardo puntato come un fucile su ogni piccolo errore, col cavolo che avrebbero ironizzato e fatto i simpatici!
    E' tutta una questione di rispetto... e ovviamente di soldi!

    Alessandro - The Fashion Commentator

    RispondiElimina
  2. Miss Italia è un programma che non ho mai amato, soprattutto per la noia mortale che mi causava, ma qua penso il punto sia la disorganizzazione totale e la tendenza snob di certi attori e conduttori a sputare nel piatto in cui mangiano. Si può fare ironia e sarcasmo, ma mai prendere il pubblico per una massa di idioti; la gente queste cose se le ricorda!

    RispondiElimina
  3. Molto bella la nuova miss!!! Un bacione e buon lunedì!

    http://www.lefamilledelamode.com

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma il post lo hai letto...?
      Della nuova Miss parlo esclusivamente nell'ultima riga........................

      Elimina
    2. CREDO PROPRIO DI NO! :( IO SINCERAMENTE SONO UN PAIO DI ANNI CHE MI RIFIUTO DI VEDERE MISS ITALIA HA PERSO TUTTO IL FASCINO DI UN TEMPO DALLA KERMESS, DAI CONDUTTORI....E AGGIUNGO LE VERE MISS ITALIA SONO CURVY, VEDI LA LOREN, BOSE' O LA RECENTE EDELFA C. MASCIOTTA. IO NE CITO ALCUNE POI OVVIAMENTE SONO I MIEI GUSTI...INFINE TI LASCIO I MIEI COMPLIMENTI PER IL BLOG E LA PAGINA FB, SEI ADORABILE!

      Elimina
  4. Sono completamente d'accordo con tutta la tua recensione Iris. Seguo Miss Italia da sempre ed ero molto curiosa di vedere come ed in cosa sarebbe cambiato il concorso adesso che va in onda su La7... beh, ogni aspettativa è stata delusa. Conduzione inadeguata, regia approssimativa, ritmo lentissimo, meccanismo confusionario, le miss quasi "ridicolizzate", nessun elemento di novità degno di nota (miss curvy, blogger, più glamour)... Che tristezza, rimpiango il buon vecchio Fabrizio Frizzi! L'unica nota positiva è che la Miss 2013 Giulia Arena è oggettivamente una bella ragazza, le auguro buona fortuna!

    RispondiElimina
  5. Non ho visto il programma perché sinceramente non amo molto "Miss Italia", e credo di non guardarlo da anni...ma con il tuo post mi hai messo curiosità! Cercherò qualcosa nel web, non voglio perdermi la Chillemi che fa "un applauso al televoto"!
    Davvero carina la nuova miss, ed hai proprio ragione: è la prima bella ragazza dopo anni di mediocrità! Peccato che sia stata un'edizione così sfigata...
    Un bacio
    lucia
    www.legallychic.org

    RispondiElimina
  6. Mi sono rifiutata a piè pari di guardare Miss Italia, avevo di meglio da fare. Compreso lavorare. Pensa un po'! ahahahaha

    RispondiElimina
  7. Ammetto di non averlo visto anche se in generale lo guardavo sporadicamente. Lo trovavo un programma troppo vecchio: l'idea che nel 2013 si debba eleggere una reginetta di bellezza mi sembra un po' datato. Credo che quest'anno la formula non sia cambiata e nonostante le novità e il passaggio ad un canale che in definitiva ha reso l'evento meno importante secondo me non sono riusciti nell'intento.

    RispondiElimina
  8. No ma Miss Italia fa rabbrividire proprio. Non si poteva guardare. Condivido quello che hai detto sulla conduzione. La Miss invece non mi sembra sto che. Preferivo la seconda.
    marti
    www.glamourmarmalade.com

    RispondiElimina
  9. Sarò sincera non ho mai seguito Miss Italia. Mi è sempre parso come un programma studiato a banchetto. E la mia convinzione cresce. Sicuramente le modifiche apportate sono state sciocche e pensate male quale quella di togliere il numero. Dimmi tu con tutte quelle ragazza uno come fa a ricordarsi !? x) Comunque scherzi a parte, se non ricordo male già dalle passate edizioni era calata un po' l'atmosfera o sbaglio?

    Kiss ♥
    BecomingTrendy | Follow me on FB & Bloglovin'

    RispondiElimina
  10. A me non interessa proprio e non lo guardo proprio, c'è di meglio direi!adoro le gaffe ahahah!
    baci

    RispondiElimina
  11. tesoro, per te miss italia finisce qui! ma anche no daiiiii!

    RispondiElimina
  12. Ecco, io non l'ho seguito affatto, da qualche anno preferisco dormire piuttosto che vedere Miss Italia, trovo il format vecchio...

    GFD by Giorgio Schimmenti

    RispondiElimina
  13. Non guardo mai questo tipo di programmi, so in anticipo che moriò dalla noia. La nuova miss...non ha nulla di particolare..è uno di quei volti che facilmente dimentichi.

    RispondiElimina
  14. Tanti anni fa Miss Italia mi appassionava ancora ma ormai è da tempo immemorabile che ho perso qualsiasi interesse. Al massimo riesco a concentrarmi al momento della super sfida finale. Già le ultime edizioni Rai con le interviste a Miss che rispondevano invariabilmente cose banali a domande banalissime e 5 giorni davvero inutili di trasmissioni erano abominevoli. Ma da quel che dici questa sarà stata davvero imbattibile. Io ho visto solo l'inizio con lo sketch di Massimo Gini in veste di avvocato e l'ho trovato tristissimo. A ogni modo, non so Bocci, ma Massimo Ghini secondo me non ha proprio i tempi televisivi né abilità di presentatore.
    Come dici tu, peccato per la Miss Italia, perché mi sembra molto carina e da quel che ho letto su Vanity Fair una volta tanto anche preparata e dotata di un eloquio non imbarazzante.

    Alessia
    ElectroMode

    RispondiElimina
  15. Sono morta a seguirti su twitter e sono morta a leggere questo post!
    Non ho seguito tutta la serata perché ero fuori casa, ho visto gli ultimi 10 minuti e mi sono bastati!

    RispondiElimina
  16. Mamma mia dico solo menomale che ero a Milano e non ho visto nemmeno 10 minuti del programma, andiamo sempre peggio! Io pensavo fosse la rai ad essere il problema principale ma visto che ora hanno cambiato anche emittente mi sono resa conto che sbagliavo...peggio di prima!
    baci

    RispondiElimina
  17. Ti giuro che di questa edizione non ne sapevo nulla!!! Non sapevo nemmeno che la Rai avesse abbandonato il programma... come mai aggiungo?? O.o

    RispondiElimina
  18. Sinceramente non ho mai seguito Miss Italia...non ha mai destato il mio interesse ma questa edizione deve esser stata così deprimente da sembrare una comica! ahahahahah Mi dispiace per gente come te che aspettava un bello spettacolo e invece è rimasta delusa.
    "ridateci la pace nel mondo" cit.
    AHAHAHAHAHAH


    Love&Studs

    RispondiElimina
  19. Mi ricordo seguivo Miss Italia anni fa, votavamo pure con il televoto... poi mi ha stufato. Troppo pesante, troppo lunga, troppo noiosa, Miss tutte uguali..
    Per fortuna quest'anno l'ho saltata a piè pari!
    Ottimo post e ben argomentato, ho capito benissimo com'è stata la conduzione. Che disastro!

    RispondiElimina

Lascia un commento per dire la tua!
[I commenti contenenti link attivi verranno segnalati come Spam]

Licenza Creative Commons
Based on a work at www.stylosophique.com.
You are not allowed to use or modify the content. You can't use it for commercial reasons.
You can't share the pics/text/graphic without my prior consense and they have to be linked back to this blog.
Permissions beyond the scope of this license may be available at stylosophique@hotmail.it.



buzzoole code
Profilo