28 gennaio 2011

NEWS || Franca Sozzani sui fashion blogger




"Molte domande su questa invasione inarginabile di fashion blogger. Come mai hanno tanto credito? Come mai siedono in prima fila? Come mai anche la Camera Nazionale della Moda Italiana le/li tiene così in considerazione da arrivare a fornire loro macchina con driver per assistere alle sfilate, come è successo durante la moda maschile?


Per Vogue hanno una qualche importanza? Abbiamo veramente bisogno di tutte queste/i blogger? Non hanno punti di vista, ma parlano solo di se stesse/i e si fotografano con abiti assurdi. Qual è il senso? Intanto io non so neanche chi siano, a parte qualcuno/a, perché sono tanti e tutti uguali, e così presi nel cambiare vestito per farsi notare, che automaticamente ai miei occhi diventano un gruppo e non delle singole persone.

Hanno, la più parte di loro, la smania di farsi riconoscere durante le sfilate. Ne incontro parecchie, mi dicono il nome o lo chiedo io, quando me le segnalano, perché sedute in prima fila, e non ne ricordo uno. Si chiamano blogger così come le veline si chiamano veline ma nessuno ne sa il nome proprio. È una categoria. Anonima, eppure presente.

Non fanno grandi danni perché la maggior parte vive la vita di una falena. Una sola notte. E quelle che durano di più non necessariamente sono le più brave o hanno un blog più interessante. È sicuramente una moda e come tutte le mode, specie nel mondo per appunto di moda, vengono seguite ed esaltate.

È comunque un fenomeno interessante, perché cambia l'approccio verso la moda. Non solo addetti ai lavori blasé e sempre un po' critici a commentare le sfilate, ma anche persone che sono, sicuramente, senza nessun background culturale di moda, ma senza neanche condizionamenti dovuti alla conoscenza o agli interessi.

I loro commenti sono naif ed entusiasti. Non hanno un vero peso e un valore per gli addetti ai lavori. Certo che no.

A me personalmente però interessa sapere cosa dicono alcuni di loro per capire un altro punto di vista e non solo quello dei giornalisti "so tutto io che sono qui da trent'anni!". Non avere dei preconcetti a volte aiuta a vedere quello che gli addetti ai lavori non vedono più.

Non sono critiche attendibili? Non è importante se lo siano o meno, quello che conta è l'opinione di gente diversa per genere di vita, derivazione sociale e culturale. I giornalisti a volte sono duri nei commenti. E non sono anche queste personali opinioni? E poi alla fine, siamo onesti, è più importante chi commenta o chi compera? Chi si deve ascoltare: il buyer o il giornalista? E allora perché non un blogger?

Perché tra i blogger ci sono dei veri outstanding. Ragazzi o ragazze che hanno imposto un loro stile, anche a volte circense, ma personale. Sono dei veri originali in questo mondo e hanno inventato un modo nuovo di fare comunicazione.

Non tutte le mode sono belle e forse non tutti i blogger sono bravi, ma sinceramente neanche tutti gli stilisti e tutti i giornalisti lo sono. Ci vuole tempo per affermarsi e poi, una volta arrivati, per essere capaci di resistere. Il tempo decide il vero successo. Quello che segna un pezzetto di storia.

E il fenomeno "blogger" è troppo giovane, troppo nuovo.

Un momento di calma, prima di divinizzarlo o disprezzarlo. C'è ancora tanta gente che non sa cosa significhi "blogger" e nessuno di noi sa come si evolverà e se sarà capace di evolversi. Insomma, è una nuova specie ancora tutta da tenere sotto osservazione. L'unica cosa che si può dire con certezza è che, se fosse una malattia, diremmo che è "un'influenza virale". Anzi un'epidemia!"


E voi.. cosa ne pensate? Personalmente mi trovo d'accordo in molti punti con Franca Sozzani soprattutto sul fatto che, questo dei fashion blogger, è un fenomeno ancora TROPPO giovane per decidere da che parte schierarsi e quindi se ammirarlo o criticarlo. Sono dell'idea che sarà molto interessante vedere gli sviluppi che questa "epidemia" potrà avere in modo da sapere chi ne uscirà illeso, chi vivrà vedrà. 

Bisou Bisou
Iris
Follow me on: Facebook ; Twitter ; Bloglovin'


Please, put your thumb up if you liked it!

5 commenti:

  1. Ciao Cara, sono d'accordo anche io con alcuni punti.
    Dal punto di vista degli addetti al settore noi blogger siamo il più delle volte delle persone inesperte che magari danno giudizi (e pretendono di darli) pur non avendo le competenze per farlo.
    Il mondo della moda è molto complesso.
    Io spero che col tempo questo fenomeno si perfezioni e si evolva permettendo alle persone che hanno le capacità giuste di emergere e di riuscire a realizzare il proprio sogno professionale.

    un bacione!!!

    RispondiElimina
  2. sono d'accordo con te su tutto, eli :) :)

    RispondiElimina
  3. ciao Iris,
    personalmente la maggior parte dei fashion blog non mi piace.. tutta questa "adorazione" nei confronti della moda non fa per me. sono dell'opinione che i vestiti siano uno strumento al servizio dell'individuo e non il contrario..
    tuttavia alcuni fashion blog sono interessanti. in genere quelli che non seguono le tendenze (e non mirano a fare tendenza), ma che esprimono una visione personale e semplice, senza tanti fronzoli e tanto (artificioso) "glamour".
    tu che ne dici? :)

    RispondiElimina
  4. @siberja: seguo molti blog sia via blogspot che wordpress.. alcuni mi affascinano più di altri ma tutti sono, ognuno a modo suo, una fonte di ispirazione ed è questo l'aspetto che conta di più.
    Devo dire anche che avevo profonda stima di Franca Sozzani e del suo Vogue, fino a pochi minuti fa.. ossia quando ho fatto la terribile scoperta di questo articolo: http://www.vogue.it/people-are-talking-about/visti-da-vogue/2011/01/berlusconi-girls
    mi sono cascate DAVVERO le braccia. Il mio blog, lo so, non è il posto giusto per parlare di politica soprattutto in un momento così basso e complicato per quella italiana ma davvero a mio parere non ci sono parole.

    RispondiElimina
  5. concordo con Franca quando dice che molti cercano di attirare l attenzione vestendosi in modo strano e pazzo...e poi lei va ad invitare bryan boy nella sua redazione!!!
    seguo il mondo delle FB da pochi mesi,ero incuriosità da come ognuno mostrasse ciò che aveva, i propri stili ecc...ma ho visto solo un copia e incolla tra loro!!! e vestono sempre e solo un tot di marchi...possibile che non abbiano niente oltre a zara, h&m,asos?! le eccezioni son quelle che riescono a comprarsi una chanel

    RispondiElimina

Lascia un commento per dire la tua!
[I commenti contenenti link attivi verranno segnalati come Spam]

Licenza Creative Commons
Based on a work at www.stylosophique.com.
You are not allowed to use or modify the content. You can't use it for commercial reasons.
You can't share the pics/text/graphic without my prior consense and they have to be linked back to this blog.
Permissions beyond the scope of this license may be available at stylosophique@hotmail.it.



buzzoole code
Profilo