15 febbraio 2016

#GATTABLOGGER || Un San Valentino... un po' particolare!

Grazie a Purina, anche Mina ha passato uno splendido San Valentino!

San Valentino è una delle mie feste preferite sebbene sia una delle più "maltrattate" del nostro tempo. La critica che gli viene spesso mossa è quella di essere una festa commerciale e dunque senza valore. Non è proprio così. Forse non tutti sanno che i festeggiamenti del 14 febbraio hanno origini molto antiche. Se ne ritrova traccia talmente tanto tempo fa da avere dubbi sulla vera nascita di questa ricorrenza. 

Ad oggi, San Valentino è a tutti gli effetti la festa degli innamorati e la sua commercializzazione ha reso "tradizione" lo scambio di regali come cioccolatini, fiori e gioielli. Prima di tutto questo però, San Valentino esisteva già e la tradizione era un'altra. Il 14 febbraio, infatti, gli innamorati si scambiavano le valentine cioè delle letterine o dei biglietti romantici solitamente a forma di cuore. E per i detrattori di questa dolcissima festa sarà una sorpresa scoprire che la più antica valentina di cui siamo a conoscenza risale al XV secolo e fu scritta da Carlo D'Orleans (niente di meno!)

Ma perché è stato scelto proprio il 14 febbraio per festeggiare l'amore e gli innamorati? San Valentino in persona in realtà c'entra ben poco: il santo infatti è noto anche per il messaggio d'amore che ha portato ma l'associazione con gli innamorati e con l'amore romantico è sicuramente posteriore. La sua festività è stata infatti posta in questa data nel 496 da Papa Gelasio I con il preciso intento di "cristianizzare" la festa pagana delle lupercalia. Queste ultime sono celebrazioni di origine romana in cui si ricorda il miracoloso allattamento di Romolo e Remo da parte della lupa. Il 14 febbraio è dunque strettamente legato all'amore nel senso generico di vita perché da sempre questo periodo dell'anno è il primo in cui si può notare un risveglio della natura.

Come vedete sono molto appassionata di questa festa perché, nella mia testardaggine, ho scelto qualche anno fa di volerne sapere di più su una ricorrenza che vedevo sempre bistrattare da tutti. Ho voluto condividere quello che ho scoperto negli anni su San Valentino anche per raccontarvi come ho deciso di passarlo quest'anno. Oltre che per il mio fidanzato, infatti,  ho scelto di preparare una sorpresa anche alla mia miciona che ormai conoscete bene. 

Se siete padroni di un animale domestico sapete esattamente cosa intendo: queste palle di pelo non si può non amarle. Certo è un tipo d'amore unico nel suo genere, speciale e particolare ma è un sentimento forte quello che ci lega. Mina è con me da 16 anni, è arrivata quando ero piccola e da allora ha sempre dormito ai piedi del mio letto, è sempre stata con me, mi ha fatto le fusa, mi ha portato le "lucertoline" in primavera, mi ha svegliato alle 6 del mattino per uscire o per avere la pappa. E lei che sta a sedere sulle mie cosce quando sto lavorando ed è lei che mi cerca per avere le coccole.

Io e Mina ci siamo scelte tanti anni fa e non ci siamo mai lasciate: questo San Valentino se lo meritava perché il nostro rapporto è senza dubbio un tipo d'amore!

Post in collaborazione con PURINA per il brand Gourmet



2 commenti:

Lascia un commento per dire la tua!
[I commenti contenenti link attivi verranno segnalati come Spam]

Licenza Creative Commons
Based on a work at www.stylosophique.com.
You are not allowed to use or modify the content. You can't use it for commercial reasons.
You can't share the pics/text/graphic without my prior consense and they have to be linked back to this blog.
Permissions beyond the scope of this license may be available at stylosophique@hotmail.it.



buzzoole code
Profilo